Scacchi a Venezia Chess in Venice Schach im Venedig Шахматы в Венеции
     

I primi anni

Negli anni successivi alla fondazione, il Circolo partecipò soprattutto a gare a squadre dell'ARCI Scacchi ottenendo sempre buoni risultati, ma ritornando al primo posto nella serie maggiore solo a Cervia nel 1986 con Antonio Rosino, Moreno Busato, Vittorio Raccanello e Paolo Garbisa.

Nel 1979 il Circolo, con il nome del Circolo San Marco, vinse il Campionato Veneto a squadre, terminando la gara imbattuto con 5 punti su 6 di squadra e 19 su 24 individuali, una competizione a girone svizzero su sei turni di gioco con 36 squadre, dopo un appassionante duello con il Patavium. Nello stesso torneo la nostra seconda squadra ottenne un più che onorevole sesto posto con 4 su 6 e 16 su 24, alla pari con Treviso e davanti alla prima squadra del  Salvioli.

Ecco le formazioni: San Marco: Antonio Rosino, Stefano Mosca, Luigi Santolini, Antonio Zambon, Loris Pini, Luigi Mondini. Canal A: Moreno Busato, Roberto Pastres, Carlo Canato, Arnaldo Scarpa, Andrea Bonazza, Vitale Fano. Canal B: Antonio Sartori, Alvise Viani, Stefano Solazzo, Mirko Friselle, Marcello Andreoli, Leonardo Colovini, Di Bartolo.

Nell'edizione successiva vinse invece il Circolo di Abano, nuovo nome del Patavium (Sartori, Ziglio, Cerulli, Sgaravatti, Zentil, C. Rossi e Vincenti), e il San Marco - Canal (Rosino, Santolini, Pini, Zambon e Busato), sconfitto nell'incontro diretto, dovette accontentarsi del secondo posto, mentre la nostra seconda squadra ottenne di nuovo un dignitoso sesto posto, alla pari con il Salvioli.

In quel periodo i migliori risultati a livello individuale erano di Antonio Rosino e Luigi Santolini. Entrambi ottennero ottimi risultati a Venezia nel biennio 1979-80. Antonio Rosino arrivando settimo su 15 nella finale del campionato italiano FSI all'Hotel Des Bains del Lido nel 1979 e soprattutto Luigi Santolini, ormai diventato maestro, che ottenne il terzo posto alla pari nel 12° torneo FIDE di Venezia, di cui il Circolo Canal era stato il principale organizzatore. In quell'occasione Santolini ottenne, con 6 punti su 11 partite, una norma di Maestro FIDE e terminò la gara perdendo solo contro il grande maestro Ivan Nemet.

Nella primavera del 1980 Rosino vinse, davanti a Micheli e il russo Zilberstein, il magistrale del primo torneo di Mogliano e in autunno Santolini divenne il primo campione italiano dell'ARCI Scacchi vincendone il campionato a Forlì.

L'anno successivo, nel torneo FIDE di Scauri anche Antonio Rosino, arrivato secondo alla pari con 6 su 10, dopo il g.m. jugoslavo Petar Popovic ottenne una norma di maestro FIDE, mentre fu Santolini a vincere la seconda edizione di Mogliano Scacchi.

Intanto dal 1978 al 1982 la rivista di dama e scacchi dell'ARCI venne prodotta a Venezia, in gran parte per il lavoro volontario e gratuito di soci del Circolo. Con il cambiamento di nome da "ARCI Dama Scacchi" a "Contro Mossa" nel 1980 Antonio Rosino ne fu il direttore e Luigi Santolini caporedattore scacchi.

Molti altri soci del Circolo vi collaborarono: Antonio Zambon con alcuni acuti articoli di pedagogia scacchistica, Franco Vettor come grafico, Vitale Fano, Roberto Pastres, Luigi Mondini, Massimo Gemin, Maria Cristina Bornacin con articoli e rubriche.